giovedì 13 settembre 2012

'Sa figu morisca' - Il fico d'india.


Era da tanto che non lavoravo a qualche tegola...mi ci sono volute le ordinazioni per farmele rispolverare...questa in realtà era già pronta da un pezzo, ma mancava il dettaglio principale...i fichi d'india..- o ficodindia - da noi noi chiamati appunto 'sa figu morisca' nel nostro dialetto.

In realtà si tratta di una pianta succulenta, scientificamente denominata  'Opuntia ficus indica' , appartenente alla famiglia delle Cactaceae e originaria del Messico ma naturalizzata in tutto il bacino del Mediterraneo  e nelle zone temperate di America, Africa, Asia e Oceania. Gusto e sapore..ottimi!

Per chi non lo sapesse invece il nuraghe -  che è appunto questa sorta di torre  che vedete nelle foto -  è un' antichissima costruzione magalitica dalla forma tronco conica ancora fortemente  presente su tutto il territorio della nostra terra: la  Sardegna.

Costruiti nel II millennio, i  nuraghi rappresentano tutt'oggi l'icona della civiltà nuragica, uniche nel loro genere, e per questo considerati le più grandi costruzioni megalitiche di tutta Europa, restando sempre  una peculiarità tipicamente sarda. In quanto alla loro funzione, ci sono ancora tanti dubbi e tanti dibattitti che non hanno ancora trovato risposte e certezze. Si pensa che i nuraghi furono edificati per scopi militari,  come funzione di controllo e difesa   da possibili invasioni. Ma altri sostengono una tesi religiosa, pensandoli quindi come luoghi di culto e di preghiera, come dei templi. Altri ancora appoggiano la teoria secondo cui i nuraghi rappresentassero una sorta di castello, di regia, attraverso la cui costruzione i potenti evidenziassero la loro supremazia su tutto il terrritorio circostante, e ciò a motivare la presenza  di più costruzioni nuragiche distanziate a sole poche centinaia di metri l'una dall'altra, come ho spiegato poc'anzi.

Ne riestano in piedi ancora circa sette mila, alcuni dislocati a poche centinaia di metri l'uno dall' altro e dal 1997, il complesso nuragico polilobato 'Su Nuraxi', presso Barumini, è stato classificato dall'UNESCO come Patrimonio dell'umanità.

E noi, per questo , non possiamo non andarne fieri:)..alla faccia di tutte le malelingue che ancora vergognosamente circolano sulla nostra cultura e su noi stessi sardi!!Consentitemi....

Spero che questo nuovo post sia stato un  piccolo spazio culturale per chi non aveva ancora appreso questa piccola nozione, e che sia stato di vostro gradimento. Grazie  a tutti, come sempre!Per i dettagli cliccate qui e scorrete:https://www.facebook.com/samantameloni/photos/a.190381691014235.57824.183885678330503/438207532898315/?type=3&theater

2 commenti:

  1. Eccomi qui!:) ..Non so se è più bella la tegola che hai creato o la presentazione che hai fornito in maniera altrettanto accurata! Complimenti, anche per la preparazione.
    E' bello respirare l'amore che hai per la Sardegna, e io, da sarda come te, non posso che esserne più che felice, questo è chiaro.. :)
    Ancora bravissima! Un abbraccio grande, come sempre!

    RispondiElimina
  2. Ciao splendida....che bello leggerti!!!!!Grazieeeeeeeeeeeee!Non so che altro dire!bacio immenso!Ti aspetto al prossimo lavoro!eheheheh

    RispondiElimina